Tempo di lettura: 2 minuti

Il sindaco Giuseppe Lama è stato riconfermato nel suo incarico. I gabianesi lo hanno scelto per la seconda volta e quindi il lavoro amministrativo procederà nel segno della continuità. 

Durante lo scorso mandato sono state numerose le opere pubbliche portate a termine e, fra queste, l’ultima in ordine cronologico, è il rifacimento completo della illuminazione pubblica all’in-terno del parco e nella zona giochi di via A. Moro e via Don Milani (il più grande di Borgo san Giacomo).

In sostanza c’è stata la totale sostituzione dei lampioni, delle relative armature e delle lampade. 

«Si tratta in tutto di 30 lampioni – spiega il sindaco Giuseppe Lama – ora illuminati con lampade Led, che hanno sostituito quelle a Mercurio. Il costo dell’intervento è stato di circa 29 mila euro e sono la parziale devoluzione dei risparmi di un finanziamento della Cassa Depositi e Prestiti concesso per i lavori di asfaltatura delle strade per Farfengo, Acqualunga e Villachiara. Come in tutti gli appalti fatti dal Comune di Borgo San Giacomo – tiene a precisare il primo cittadino Lama – la spesa finale è sempre inferiore ai preventivi e di fatto riusciamo sempre a risparmiare. 

Una parte di questi risparmi è stata utilizzata proprio per questo nuovo impianto di illuminazione, e mi sembra che il risultato sia stato molto positivo, sia perché l’illuminazione è molto più intensa, sia per il notevole risparmio sui consumi di energia elettrica».

Questo intervento è propedeutico ad un altro molto più importante. L’amministrazione comunale ha infatti intenzione di sostituire tutte le lampade della pubblica illuminazione attualmente a sodio con lampade Led. 

«I lavori di sostituzione delle lampade – precisa Lama – inizieranno entro fine giungo nel capoluogo e di seguito nelle frazioni.  Oltre alla sostituzione di tutte le lampade ci saranno anche dei nuovi punti luce.

E’ stato possibile dare il via a questa operazione grazie anche all’acquisto, da parte del Comune, di tutti i lampioni, circa 800, che ancora erano di proprietà dell’Enel Sole al costo di circa 99 mila euro». 

MTM