Tempo di lettura: 2 minuti

A Montichiari la gara a bocce che coinvolge i membri del Consiglio Comunale e gli esponenti politici della cittadina è diventata in breve tempo una tradizione più che sentita.

Grazie alla collaborazione con la Bocciofila Monteclarense (alla quale tutti i partecipanti hanno rivolto un sentito ringraziamento per il prezioso apporto offerto alla buona riuscita della serata), amministratori e rappresentanti delle principali realtà del territorio abbandonano i loro panni abituali e, messe da parte tutte le discussioni ed ogni polemica, indossano le vesti di determinati aspiranti giocatori di bocce, che danno il massimo concentrati sull’unico pensiero di conquistare l’ambìta vittoria.

Una bella consuetudine che si è ripetuta anche quest’anno sulle piste del Bocciodromo di via Trieste, dove lo scorso giovedì 19 settembre è andata in scena una serata davvero ben riuscita, con tanta voglia di fare in campo ed una buona cornice di pubblico, pronta a seguire, divertita ed appassionata, i colpi dei bocciofili in gara. Come vuole la formula del torneo, le coppie sono state composte ancora una volta grazie al sorteggio, proprio per ribadire il carattere goliardico della competizione. Al termine sono riusciti a spuntarla Paolo Pezzaioli e Roberta Bicelli, che nella finalissima hanno avuto la meglio sulla coppia composta da Marco Togni e Angela Franzoni. 

Curiosamente, questo duo ha unito il sindaco ed il vicesindaco, ma le coppie rivali, non si sono lasciate influenzare troppo da timori reverenziali o gerarchici. 

Tutti i giocatori in gara hanno dato il massimo dall’inizio alla fine dell’intensa serata per salire sul gradino più alto del podio. Un’impresa che, alla fine è riuscita, a Paolo Pezzaioli e Roberta Bicelli, che hanno saputo mantenersi freddi e rimanere precisi nei momenti decisivi della finale.

Subito dopo sono iniziate le premiazioni che, reso il meritato plauso ai vincitori, hanno ribadito lo spirito positivo e propositivo dell’iniziativa, che mira innanzitutto a coinvolgere in un clima diverso e costruttivo tutti coloro che si impegnano per la comunità monteclarense.

Idee e posizioni differenti, almeno per una sera, sono state messe da parte e tutti i presenti hanno condiviso il messaggio di una proposta che mira ad unire. 

Un atteggiamento che non è stato confermato solo dalle premiazioni, ma anche da un gustoso buffet che in conclusione ha affiancato tutti i partecipanti, sia della Maggioranza che dell’Opposizione. Parole come queste, almeno in occasione della gara comunale di bocce, non hanno spazio, ma vengono sostituite dall’entusiasmo, dalla passione e dalla voglia di stare insieme che non hanno bandiere o colori, ma che sono il fondamento di una manifestazione che tornerà certamente anche il prossimo anno.                                              

Luca Marinoni