Tempo di lettura: 3 minuti

Il progetto “Orzi_in_arte”,  commissionato all’Istituto Tecnico Turistico Dandolo di Orzivecchi, dal Comune di Orzinuovi,  è stato l’occasione per ventidue studenti delle classi terze di muovere i primi passi  da guida turistica in alcuni edifici di interesse storico artistico del paese. L’esperienza di project work, nell’ambito delle attività di Alternanza Scuola-Lavoro, ha consentito ai ragazzi di sperimentare strategie comunicative utili all’inserimento nell’ambito lavorativo dei servizi turistici e alla scuola di integrare la propria offerta formativa, proponendosi come elemento attivo nella formazione tecnico professionale degli studenti. 

Il vero e proprio lavoro sul campo è stato preparato con cura, con una serie di attività propedeutiche svolte in aula e fuori dalla classe. I ragazzi hanno visitato i luoghi, che avrebbero dovuto illustrare, guidati da uno degli autori di “Tesori Orceani”;  successivamente, in aula, una professoressa abilitata come guida turistica ha raccontato loro come svolgere tale lavoro. Divisi in gruppi gli studenti hanno iniziato la loro preparazione con l’aiuto della docente di Storia dell’arte che ha simulato una vera visita guidata, dove ognuno di loro ha provato e riprovato la parte assegnatagli. A partire da febbraio, ogni  prima domenica del mese, i ragazzi hanno condotto i visitatori alla scoperta della Rocca, del Palazzo comunale, delle chiese del Carnerio e di San Domenico. 

Per loro è stato un vero banco di prova per mettere in atto quello che avevano appreso vincendo paure e difficoltà. Morgana della classe 3A racconta:  “all’inizio di questo progetto pensavo che potesse non piacermi, soprattutto a causa della mia timidezza, invece mi sono ricreduta. Mi è piaciuto molto organizzare queste giornate preparandomi al meglio per l’espo-sizione. Mi sono trovata molto bene con le mie compagne del gruppo di lavoro con le quali ho rafforzato l’amicizia che già esisteva”.  Per Morgana è stata l’occasione di superare le sue paure e l’esperienza le ha fatto pensare che potrebbe in futuro diventare una guida turistica. Camilla, della stessa classe, che ha svolto il suo tirocinio presso il palazzo comunale, ha rivalutato un lavoro che prima non aveva nemmeno preso in considerazione. A convincerla che potrebbe diventare il suo impiego futuro sono stati gli sguardi interessati del pubblico che ascoltava volentieri quello che aveva da raccontare.

“Penso sia un lavoro che dà molta soddisfazione”, spiega Camilla, “che è in grado di far appassionare le persone alla storia che le circonda tutti i giorni”. Sembra strano, ma spesso è proprio quello che abbiamo sempre sotto gli occhi che rischia di sfuggirci, di essere dato per scontato. 

Il pubblico ha risposto positivamente  a questa iniziativa, non solo i cittadini di Orzinuovi, ma anche persone venute da fuori che hanno colto l’occasione per visitare luoghi che non conoscevano. Sono stati colpiti nel vedere alcuni studenti appassionati a quello che spiegavano, in tempi in cui purtroppo i giovani sono sempre meno interessanti al patrimonio storico-artistico. La passione dei ragazzi ha reso il pubblico, o almeno la maggior parte di questo, indulgente di fronte a piccole incertezze o momenti di agitazione. Non si deve dimenticare, infatti, che sono dei giovani  al terzo anno del loro percorso di studi e che solo quest’anno hanno iniziato a studiare Storia dell’arte.  Per loro, come spiega molto bene Valentina di 3B: “è stato un onore poter restituire alla comunità un pezzo della loro storia”. 

Il Comune si è detto nel complesso soddisfatto, pronto a ripetere questa esperienza, chissà magari già dal prossimo anno. Noi professori che abbiamo accompagnato gli studenti in questa esperienza sul campo siamo orgogliosi di poter dire “Bravi i nostri ragazzi!”.                  

I consigli di classe della 3 A e 3 B  dell’Istituto Turistico “V. Dandolo” di Orzivecchi