Tempo di lettura: 2 minuti

Non è riuscito a vincere la battaglia contro un male incurabile che in pochi mesi non gli ha lasciato scampo. La scomparsa del  dottor Angelo Luigi Saurgnani, 82 anni, stimato medico chirurgo dell’ospedale di Orzinuovi, ha lasciato una profonda amarezza nella comunità di Orzinuovi. 

Uomo di grande professionalità e umanità, il dottor Saurgnani, originario di Torino, possedeva una eleganza innata nel portamento e nei modi che lo distinguevano dal provincialismo della Bassa. Se ne è andato in silenzio, nella tarda notte del 4 luglio, con la discrezione con cui a tutta la comunità ha fatto vivere il suo mondo, che è sempre stato di interlocuzione appassionata con gli ammalati. Pensionatosi nel 1999 come medico chirurgo, dopo aver lavorato ai tempi d’oro dell’ospedale orceano fin dal lontano 1967, ha poi continuato la sua attività di medico alla casa di riposo di Gottolengo e nel frattempo ha speso con generosità la sua professionalità a favore del paese, facendo per anni il presidente della Croce verde di Orzinuovi. 

La notizia della sua scomparsa ha destato grande commozione nella comunità di Orzinuovi, dove era conosciuto da tutti per le sue instancabili qualità umane, un medico solido, affidabile, esempio di rettitudine, che sapeva ascoltare e riusciva ad essere ascoltato. 

Così lo ricorda il sindaco Gianpietro Maffoni, che gli ha dedicato un minuto di silenzio in consiglio comunale: “Io ho perso  un grande amico, ma credo  che la comunità abbia perso un grande essere umano nel vero senso della parola. Mi rimane tanto di Gino, a partire dalla passione politica, a cui per primo mi ha indirizzato fin da giovane  e che ho fattivamente condiviso con lui negli anni in cui sedevamo insieme ai banchi del consiglio comunale. È stato per la nostra cittadina un professionista capace, affidabile e generoso, che comprendeva i disagi dei pazienti e ne curava le sofferenze prima della malattia. 

Uomo dalle instancabili qualità umane, amava Orzinuovi e non perdeva occasione per consigliarmi  cosa fare per valorizzare il paese e il suo ospedale. 

Grazie dottore, un grazie speciale a nome di tutta la comunità”. 

Il dott. Luigi Saurgnani lascia la moglie Marisa, le tre figlie e i nipoti. 

sp