Tempo di lettura: 1 minuto

Sarà la Corale San Pancrazio di Montichiari, fondata nel 1995 dal Maestro Gianfranco Rocca ed arrivata a contare ormai oltre 60 tra voci femminili e maschili, ad aprire l’edizione 2019 del Festival della Gratitudine, iniziativa che si terrà dal 24 al 26 maggio alle ore 21 con ingresso gratuito nel giardino all’italiana di Castello Bonoris su iniziativa dell’Assessorato alla Cultura.

Nella prima serata il gruppo monteclarense  proporrà un intenso programma che spazierà tra brani classici e moderni, con la partecipazione del soprano Elisa Ghiorsi e del tenore Davide Manfredini, accompagnati al pianoforte dal Maestro Valeria Sinico.

Si parte con il Cantate Domino di Croce per proseguire con Exultate Justi di Ludovico da Viadana, la notissima Corale Jesus bleibt meine Freude di Bach e il Valzer Il bacio di Arditi, La donna è mobile di Verdi ed ancora l’altrettanto conosciuto  Ave Verum di Mozart.

Il programma proseguirà con Cantique de Jean Racines di Fauré, Ubi caritas e Ave generosa di Gjeilo, Va pensiero di Verdi, Alleluia di Cohen e Mlk degli U2. Gli ultimi tre brani previsti in concerto sono Amazing Grace di Newton, The Ground di Gjeilo e Ave Maria di Biebl oltre all’immancabile bis finale. Per la Corale San Pancrazio, sempre più richiesta nel bresciano e non solo, l’attività continuerà nel giorno successivo con un concerto nella Cattedrale di Asola in occasione della Rassegna corale “Laude Novella”, giunta all’ottava edizione. A giugno, infine, sarà la volta della Rassegna Corale Internazionale, ormai un evento divenuto tradizione e che avrà luogo nella Pieve di San Pancrazio.

Federico Migliorati