Tempo di lettura: 1 minuto

Nella sala del piano terra del centro culturale “Aldo Moro”, solitamente dedicata ai convegni, il Comune ha messo in atto dal mese di gennaio un intervento di rifacimento. L’iniziativa, che ha visto in prima linea il sindaco e l’assessore alla cultura Michele Scalvenzi, ha avuto l’obiettivo di allestire uno spazio con un palcoscenico adeguato alle rappresentazioni teatrali. Così, con una spesa totale di circa 150 mia euro, è stata allestita una sala con una pavimentazione nuova in parquet, un palco di 60 mq, più grande del precedente e tale da consentire la messa in scena di piccole rappresentazioni, arredato con tendaggi e un adeguato impianto di illuminazione.

Nella sala che ospiterà ora 150 posti a sedere con poltroncine ergonomiche e più confortevoli rispetto alle precedenti, sono stati anche messi a norma i servizi igienici, rifatto l’impianto idraulico ed è stata adeguata la struttura alle norme di sicurezza.

I lavori sono stati seguiti dall’attore orceano Claudio Hila, ora impegnato in Comune per il servizio civile: “Il teatro è stato ristrutturato con un allestimento professionale – ci riferisce Hila, che per l’occasione ha messo a disposizione le sue competenze nel settore. “E’ stato realizzato uno spazio il più funzionale possibile alle rappresentazioni teatrali, anche perché, dopo la demolizione del teatro Jolly, a Orzinuovi non esiste più un palcoscenico dove potersi esibire. Numerose sono le compagnie teatrali in paese e quindi questo teatro secondo me è particolarmente utile”. Il centro Aldo Moro è stato aperto nel 1981, dopo che nel 1979 è stato demolito il vecchio teatro che sorgeva nello stesso edificio di via Palestro.