Tempo di lettura: 2 minuti

Al di là di quello che potrà essere l’esito dello sprint finale della prima squadra, la stagione in corso sta offrendo importanti conferme allo spirito ed al modo di operare della Voluntas Montichiari. “In questo momento – è la sintesi del direttore del Centro Sportivo Montichiarello, Alessandro Bresciani – la nostra società conta ad un primo conto sommario ben 620 tesserati, partendo dalla Scuola Calcio sino a comprendere la prima squadra e il settore femminile. Mi sembra che siano numeri che parlano da soli e che fanno ben comprendere la gran mole di lavoro che stiamo portando avanti”. Un lavoro che segue un obiettivo ben preciso: “L’aspetto prioritario per noi è essere una parte integrante nella crescita educativa del ragazzo. I risultati arrivano in seguito e se vengono bene, ma quello che rimane sempre al centro di tutto il nostro discorso è l’impronta educativa che vogliamo trasmettere ai nostri ragazzi”. Partendo da questa fertile base c’è un altro “motto” molto caro alla società presieduta da Italo Giacomini: “Sin dal mio arrivo – ricorda lo stesso Bresciani che è vicino a festeggiare il suo primo anno di attività a Montichiarello visto che la sua esperienza è partita il 10 aprile del 2018 – il primo invito del nostro presidente è stato quello di far vivere ogni giorno il nostro Centro Sportivo. Montichiarello deve vivere sette giorni su sette e ogni giorno le persone lo devono animare seguendo le nostre iniziative e le consuete attività sportive”. In questo senso si spiega il calendario sempre fitto delle manifestazioni che vengono portate avanti dall’ormai collaudato staff organizzativo della Voluntas Montichiari e che “coprono” ormai tutto l’anno: “La nostra idea di imprimere una forte impronta educativa ci porta ad essere protagonisti di molteplici iniziative. Guardando avanti, le prime proposte ci portano al 5 maggio, quando si svolgerà la prima edizione del Memorial Luciano Gervasi (che sarà rivolto ai bambini nati nel 2009 e vedrà la partecipazione di importanti squadre del nord Italia), e al 18, sempre del mese prossimo, quando Montichiarello ospiterà squadre professionistiche (a partire da Inter e Brescia), sempre composte da giovani calciatori del 2009. Non ci limiteremo qui, però, visto che anche giugno ha in serbo due tornei (l’1 e il 2 con gli Allievi fascia A, 2003, e le ragazze Under 19), ma sarà anche il punto di partenza dell’attività estiva che per noi rimane sempre molto intensa. Anche quest’anno il nostro Centro Sportivo sarà la cornice dell’Inter Summer Camp e del MontiGrest, ma posso anticipare fin d’ora che saranno ancora diversi (e tutti molto validi) i motivi per venire a Montichiarello pure in estate. In effetti la nostra volontà di essere un punto di riferimento a livello educativo-formativo dei nostri ragazzi non va certo in vacanza e non si ferma perché terminano i vari Campionati. La crescita dei giovani – conclude con un eloquente sorriso Alessandro Bresciani – è la nostra prima vittoria e noi la seguiamo e la coltiviamo per tutto l’anno. Naturalmente sempre facendo affidamento alla voglia di fare della società e alla competenza e all’impegno di tutti collaboratori che rendono Montichiarello vivo e pulsante per tutto l’anno”.