Tempo di lettura: 1 minuto

Sabato 1 giugno, nella Chiesa parrocchiale di Manerbio si è tenuto un grande concerto proposto dal Coro Polifonico Cremonese e dal Coro del Liceo musicale “A. Stradivari” di Cremona, insieme al M° Pietro Triacchini che ha suonato il restaurato organo Amati-Giani, sotto la direzione del M° Federico Mantovani. I numerosi musicisti coinvolti hanno eseguito pezzi sacri di Bruckner, Molfino, Franck, Bizet e Bach, tutti inseriti nel contesto della festa dell’Ascensione. 

Il tema di fondo, cioè il rapporto tra l’esistenza terrena e la vita eterna, è stato ulteriormente sviluppato attraverso l’esecuzione integrale del Requiem di Fauré, insieme al baritono Valentino Salvini e a due soliste del Liceo, il soprano Stefania Mihai e la violinista Margherita Ceruti, cui è seguito il Magnificat dello stesso Federico Mantovani, affermato compositore anche di grandi opere sacre, il cui stile musicale, mai scontato, sa offrire momenti di trasporto emotivo e profonda riflessione. Due bis e prolungati applausi hanno concluso questo evento imponente non solo per l’evidente qualità delle esecuzioni, bensì anche per il valore che ha saputo trasmettere, in particolare nella collaborazione intergenerazionale tra cori e nel connubio tra arte e fede.