Tempo di lettura: 2 minuti

Il gruppo TERRA GIOVANE, nato spontaneamente da un corso superiore di management dell’azienda zootecnica, si presenta al di là di ogni etichetta e/o connotazione politico sindacale con il solo scopo di aggregare e formare liberamente figure dirigenziali di aziende zootecniche.

È senz’altro una cosa particolare, se non eccezionale, che 10 ragazzi si mettano assieme spontaneamente per realizzare qualcosa che serva alla loro formazione e di conseguenza al loro futuro.

Questo è accaduto a Chiari (BS) dove dall’idea di due giovani agricoltori si è creata un’aggregazione volta alla realizzazione di un corso superiore  di management dell’azienda zootecnica.

Con l’aiuto di un esperto è stato messo in campo una corso di formazione di ben 50 ore costruito su teoria e pratica su quegli argomenti che caratterizzano e problematizzano la conduzione aziendale del settore zootecnico.

Mentre in Europa noi siamo a metà classifica sull’innovazione in agricoltura, questo avvenimento è senza dubbio un grande segno di responsabilità ed innovazione.

Lo studio  fatto da Nomisma ha riassunto i risultati in un indice, appunto, monitorabile nel tempo e che misura (da 0 a 100) il grado di innovazione del settore primario italiano sulla base dei dati di performance produttiva e ambientale delle imprese agricole.

L’indice, che mette a sistema indicatori di produttività delle colture e degli allevamenti e indicatori di sostenibilità ambientale, assegna il primo posto all’Olanda con 88 punti, seguono il Belgio e la Germania con 62, la Danimarca con 56 e, quindi, l’Italia con i suoi 49 punti. Secondo Nomisma, a penalizzare l’agricoltura italiana sono diversi fattori: solo il 15% dei nostri agricoltori ha meno di 44 anni e solo il 6% ha una formazione agraria completa.

Con un valore di produzione di circa 43mila euro, inoltre, le imprese agricole italiane hanno una dimensione economica tre-quattro volte inferiore a quella europea.

Il libro, che vi presentiamo, è la raccolta delle varie lezioni tenute dagli esperti in modo che altri giovani agricoltori sappiano trovare quelle  notizie tecniche utili alla loro professione e magari trovino lo timolo per aggregarsi anche loro a questo progetto d’insieme.

Progetto che ha già trovato una suo nome: terra giovane.

Non aspettiamo altro che vogliate conoscerci.

Sabato 04 maggio alle ore 20,30 presso la sala conferenze del centro giovanile 2000 di Chiari si terrà la cerimonia di presentazione del gruppo e la consegna ufficiale degli attestati di partecipazione al corso superiore di management dell’azienda zootecnica.