Tempo di lettura: 1 minuto

Dal cimitero di Barco alla frazione omonima in una pedalata. E’ il progetto appena steso dalla giunta di Ratti per la realizzazione di una pista ciclabile che collegherà Barco al suo camposanto. Non sarà quindi più così difficile tornare dalla frazione orceana al paese di Orzinuovi sulle due ruote. In poche pedalate si arriverà a quasi metà strada e poi saranno poche centinaia di metri per raggiungere il paese o viceversa, con una bellissima biciclettata tra il verde della campagna. Della pista per ora c’è solo il progetto. Data la scadenza in maggio del mandato dell’amministrazione comunale in carica, sarà il prossimo sindaco a decidere se mettere in atto questa proposta. La lunghezza prevista è di 900 metri, con una larghezza di 3 metri, per una spesa complessiva di circa 250 mila euro.

La nuova pista si congiunge alla ciclabile del parco dell’Oglio Nord Urago- Seniga ed è in un certo senso collegata anche alla ciclabile Orzi – Soncino lunga 2 km, sempre frequentata da podisti, ciclisti e famiglie a passeggio. Così, dopo aver oltrepassato l’istituto Cossali, seguendo la ciclabile si potrà andare a Barco, attraversare la frazione e tornare in paese su una pista asfaltata.

La logica che sottende al progetto della Greenway dell’Oglio è la realizzazione di una via ciclabile a lunga percorrenza ed è sostenuta da un protocollo d’intesa che le province di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova stanno attuando per incrementare l’offerta culturale, didattica e ricettiva, che vede nella presenza del fiume il punto di forza, con l’intento di promuovere un elevato grado di mobilità ciclistica alternativa all’uso dei veicoli a motore, privilegiando i percorsi brevi, diretti e sicuri, senza barriere architettoniche.

Silvia Pasolini