Tempo di lettura: 1 minuto

Gioiello del territorio orceano, la chiesa di San Giorgio a Pudiano è una delle bellezze più significative del nostro territorio.

Proprio per scoprire e conoscere ancora più a fondo l’unicità di tale luogo di culto, domenica 7 aprile, un nutrito gruppo di amici e soci dell’associazione Cultura e Territorio, è partito alla scoperta della chiesa. La visita, che ha visto la partecipazione straordinaria dello storico dell’arte locale Timoteo Motta, è stata senza dubbio un successo. Nella sua veste gotica, la chiesa di San Giorgio, custodisce infatti un tesoro di affreschi e dipinti, tanto che per la sua bellezze e per la sua unica iconografica è stata soprannominata la “Cappella Sistina della Bassa”. Un bene di assoluto pregio, che costituisce un esempio eccezionale di arte del primo decennio del XX secolo, seppur con forti influssi da parte di correnti più arcaiche, in un turbine di forme, colori ed iconografie mozzafiato.

Al termine della visita il maestro Matteo Carrer s’è esibito in un breve concerto d’organo sempre all’interno della chiesa, creando un atmosfera suggestiva che ha senza dubbio colpito positivamente i presenti.