Tempo di lettura: 1 minuto

All’inizio del mese di settembre, l’Ufficio Tributi ha notificato avvisi di accertamento per omessi o parziali versamenti della tassa rifiuti per gli anni dal 2014 al 2018. Con l’obiettivo di aiutare tutti gli utenti nel pagamento delle somme ancora dovute al Comune, abbiamo deciso di non aggiungere né sanzioni né interessi che diventerebbero onerosi soprattutto per le famiglie.

Ricordo che l’ufficio tributi è a disposizione sia per concordare eventuali rateizzazioni degli importi., sia per le verifiche in caso di errore nell’invio della raccomandata.

Al contrario, non si faranno sconti ai “furbetti” che intendessero usufruire “gratuitamente” del servizio di igiene urbana pagato dal resto della comunità: per questi verranno avviate le procedure di riscossione coattiva.