Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo anni di assenza e di mancanza, grazie ad una lunga trattativa, è tornato in città uno dei più importanti appuntamenti sportivi nel mondo del tennis internazionale. Nelle prime settimane di agosto infatti avrà luogo a Manerbio l’ATP Challenger, torneo agonistico che ha visto i campioni della terra rossa fronteggiarsi in uno dei centri più importanti della Bassa Bresciana. Nonostante fosse una realtà a rischio scomparsa, grazie al grande impegno del direttore Gianni Saldini questa importante gara si terrà, per la gioia di tutti i manerbiesi e per gli appassionati, dal 5 all’11 agosto presso il tennis club della città. Come dimenticare l’importanza storica di questo Challenger, dal quale sono passati dei campioni indiscussi come David Ferrer e Novak Djokovic, sportivi che hanno raggiunto dei livelli altissimi nel mondo del tennis globale. La scelta della data della competizione può sembrare inusuale, visto che solitamente tale torneo si svolgeva verso la fine del mese di agosto. Tale collocazione però comprometteva, a causa della sovrapposizione con gli US Open, la partecipazione di molti atleti impegnati in quest’ultimo importante appuntamento. Con l’anticipazione dei termini della Challenger si è data dunque la possibilità a tutti i tennisti della fascia di partecipare all’appuntamento manerbiese, senza sacrificare nessuno di essi. La competizione tennistica manerbiese nasce negli anni ’70 come torneo a livello nazionale, arrivando circa vent’anni dopo nel circuito degli ATP Challenger, aprendo dunque le porte del torneo anche ai competitors provenienti dall’estero. Una soluzione che ha certamente innalzato di molto la qualità e la vivacità della competizione, la quale, specie negli ultimi anni, aveva però visto un progressivo indebolimento a causa di varie circostanze. La rinascita di questo torneo è senza dubbio un’occasione di primo piano per tutte quelle realtà imprenditoriali che desiderano ottenere una positiva visibilità, garantita dall’eccezionalità della competizione e della sua assoluta importanza nell’ambito tennistico e sportivo internazionale.