Tempo di lettura: 2 minuti

Nella giornata del 1° maggio, festa del lavoro, dei lavoratori e di S. Giuseppe, alle ore 10.30 è stata celebrata la S. Messa presso l’azienda M.C. Assistance situata a Rovato nella zona artigianale di via Salvella. L’evento è stato organizzato dal Circolo Acli di Rovato in collaborazione con le parrocchie dell’Unità Pastorale (S. Andrea, Lodetto, San Giovanni Bosco e Santa Maria Assunta) e grazie alla gentile disponibilità del sig. Catello Massa che ha messo a disposizione il capannone della propria azienda.  

La M.C. Assistance si occupa della produzione, assistenza e programmazione di impianti robotizzati. A concelebrare la funzione con il prevosto mons. Cesare Polvara, vi erano don Marco Lancini, don Gianni Zini, don Valerio Mazzotti, don Gigi Moretti, don Patrizio Bonu. Per il Circolo Acli di Rovato erano presenti la presidente Licia Lombardo ed i membri del consiglio direttivo.

Significativo il messaggio espresso mons. Polvara durante l’omelia: «…Ci affidiamo al Signore per intercessione di S. Giuseppe perché non si interrompa questo cammino dell’uomo per comprendere il senso vero del lavoro, la possibilità del lavoro per tante persone nell’ottica della dignità del bene comune. [..] Se parliamo di lavoro dobbiamo mettere al centro il valore della persona, la sua dignità. Il duro sacrificio del lavoratore e dell’imprenditore (colui che dà la possibilità agli altri di lavorare per poter mantenere le famiglie) ha significato solo in quest’ottica. Solo così il lavoro può avere un senso positivo per tutti: per i lavoratori, per le famiglie e per la società. […] Non dobbiamo essere schiavi del lavoro, ma è il lavoro che deve essere uno strumento per la Vita. Anche le leggi che lo regolamentano dovrebbero sempre tener presente il bene della persona. L’uomo è chiamato a cooperare con il proprio sacrificio al disegno della creazione. Nel mondo del lavoro l’atteggiamento non dovrebbe essere di sopraffazione, ma di umiltà e di profusione di impegno ed energie a favore del bene comune e dello sviluppo positivo del mondo. Chiediamo aiuto al Signore affinché le capacità di ognuno possano essere messe a disposizione e spese per il bene della collettività…». Al termine il sindaco Tiziano Belotti ha sottolineato l’importanza della presenza delle attività produttive in quanto permettono di “dare lavoro”, produrre ricchezza ma allo stesso tempo sono luoghi di comunità e di relazione: «Il lavoro è un diritto e soprattutto un dovere…esprimo il mio ringraziamento a tutti i lavoratori ed agli imprenditori per l’impegno ed il sacrificio che mettono in ciò che fanno».

La mattinata si è chiusa con un breve momento conviviale ed un piccolo buffet per tutti i presenti.

Emanuele Lopez