Tempo di lettura: 1 minuto

In una mattinata di metà febbraio, sono arrivati al laboratorio di chimica del Cossali quattro ospiti speciali, accompagnati da una enorme valigia. Si trattava di un team di ricercatori inglesi del Sanger Institute di Cambridge, coordinati dal dottor Luca Da Rin Fioretto, unico italiano del gruppo. La valigia conteneva un sequencer portatile per l’estrazione del DNA. 

Grazie a questo staff di scienziati 46 studenti delle classi quarte e quinte del Cossali, opportunamente selezionati e formati, hanno potuto vivere un’esperienza speciale e unica, partecipando ad una attività sperimentale, realizzata per la prima volta in Italia denominata “ Sequencing in a suit case”. Il progetto, pensato per divulgare nozioni scientifiche riguardante il sequenziamento dei genomi, è stato in precedenza proposto solo presso alcune scuole del Cambridgeshire, dove ha sede il Wellcome Trust Genome Campus.

Con la guida e le indicazioni dei ricercatori, gli alunni del Cossali, armati di pipette, provette, termometri e piastre riscaldanti, hanno potuto sperimentare in prima persona un protocollo di laboratorio, estraendo DNA da materiale vegetale, caricando e lanciando il sequenziatore, per poi analizzare i risultati. L’interazione con gli scienziati, condotta ovviamente in inglese, è stata interessante ed arricchente, numerose sono state le domande sull’esperimento in corso e in generale sull’attività scientifica del Sanger Institute.

Il Dirigente Scolastico del Cossali, Prof. Luca Alessandri, ha manifestato grande soddisfazione per l’evento e per l’ interesse e l’ impegno dimostrato dai ragazzi, che hanno potuto vestire i panni dei ricercatori per una giornata e applicare nella realtà quanto studiato a livello teorico.