Tempo di lettura: 2 minuti

Gli studenti del Quarto anno dell’Istituto superiore Pascal hanno preso parte ad un’iniziativa molto originale, che ha permesso a due studentesse di accaparrarsi due borse di studio che la prossima estate le porterà in viaggio.

Ma procediamo con ordine.

Tempo fa il Lions club Bassa bresciana di Manerbio contatta la dirigente scolastica del Pascal, prof. Paola Bonazzoli, per proporre un progetto diretto agli studenti: due borse di studio destinate ad uno scambio culturale linguistico, che si farà il prossimo luglio in paesi sia europei che extraeuropei.

Ritenuta una buona opportunità per i ragazzi, la dirigente accetta di sviluppare questo progetto all’interno del suo istituto, organizzando un concorso interno per valutare abilità in Inglese e Matematica.

«Abbiamo accettato questa proposta – riferisce la prof.ssa Gigliola Lonardini, vice preside dell’Istituto Pascal – perché ci è sembrato un bel regalo da fare ai nostri studenti. Lo staff dirigenziale è molto soddisfatto per aver avuto la possibilità di offrire questa opportunità a dei giovani che faranno certamente un’ottima esperienza di studio».

Come detto, la proposta ha coinvolto solo le classi quarte, sia dei corsi attivi a Manerbio, sia dei corsi di Verolanuova, sede distaccata. Dal concorso sono risultate vincitrici due ragazze: Elisa Cervati, che frequenta la 4A dello scientifico di Manerbio, e Irene Fossati, iscritta in 4E del liceo delle scienze umane, opzione Economico sociale, della sede di Verolanuova.

Per le due giovani vincitrici sono previsti due distinti viaggi, che avranno la durata di tre settimane così strutturate: una settimana in famiglia e due in un camp, strutture di proprietà dei Lions, all’interno delle quali le due giovani potranno migliorare il loro inglese divertendosi. Per Elisa l’esperienza si svilupperà a Vienna; Irene, invece, ha scelto Varsavia. Le due giovani hanno vagliato le varie proposte di viaggio, che prevedevano scambi anche in Australia, ma hanno preferito due capitali Europee.

Alle due giovani non rimane che augurare una bella esperienza e anche tanto divertimento.

MT Marchioni